Moscato Asti Docg, ritorno a normalità

Ai primi di settembre il via alla vendemmia delle uve Moscato nei 52 Comuni di produzione delle province di Asti, Alessandria e Cuneo. Lo annuncia il Consorzio di tutela dell'Asti docg in un comunicato. "Si tratta - è spiegato nella nota - di un ritorno alla tradizione o alla 'normalità', visto che storicamente il Moscato bianco atto a divenire Asti dolce, secco e Moscato d'Asti docg veniva vendemmiato proprio da inizio settembre, mentre negli ultimi anni, a causa dei cambiamenti climatici, l'inizio veniva anticipato ad agosto". Secondo il Consorzio "lo stato delle uve è buono dal punto di vista sanitario e l'annata è promettente". Il clima di questi mesi, infatti, caratterizzato da frequenti piogge e forti escursioni termiche, ha favorito lo sviluppo del potenziale aromatico dell'uva, "che sta raggiungendo, settimana dopo settimana livelli molto alti".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Torino GaiaItalia
  2. Gazzetta d'Asti
  3. Gazzetta d'Asti
  4. IdeaWebTv
  5. Gazzetta d'Asti

Gli appuntamenti

In città e dintorni

  • Chagall: Colore e magia
    MOSTRE Chagall: Colore e magia
  • Kiss Me Kate
    SPETTACOLI Kiss Me Kate
SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Castello di Annone

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...